Come scegliere il freno a disco per la Mountain Bike

freni a disco sono già da qualche anno molto diffusi nella pratica della MTB e considerati lo standard per attrezzare la bici. Si nota anche la loro presenza sulle bici da corsa di alta gamma con dei freni idraulici.

Il loro successo è dovuto dalla loro efficienza e la loro affidabilità.

FUNZIONAMENTO

Esistono due versioni dei freni a disco : quelli meccanici e quelli idraulici.

freni a disco meccanici fanno parte dei modelli entry level, sono meno potenti, meno precisi e richiedono maggiore manutenzione. Quando il ciclista frena, tira un cavo attivando due pastiglie che entrano in contatto con i dischi rallentando così la bici.

freni a disco idraulici sono un insieme di olio contenuto in una guaina che va dalle leve dei freni fino ai pistoni. Quando il ciclista frena, il movimento della leva spinge l’olio nella guaina che fa pressione sui pistoni che spingono la pastiglie contro il disco rallentando così la bici.

VARIE POTENZE

Si notano varie potenze per i freni che dipendono da:

La misura del disco

I diametri dei dischi sono compresi tra 140mm e 203mm. Più il diametro sarà grande e maggiore sarà potento il freno.

La quantità dei pistoni

Sono di 2, 4 o anche di 6. I pistoni sono il componente che spinge le pastiglie ad entrare in contatto col disco. Più ci sono pistoni e più potente sarà il freno.

Le pastiglie

  • Le pastiglie metalliche sono le più potenti per chi pratica la DH o il Freeride, pratiche che chiedono tanta potenza nel freno.
  • Le pastiglie organiche (fatte di resina) sono molto efficienti a velocità media.
  • Le pastiglie semi metalliche offrono un compromesso tra pastiglie metalliche e pastiglie organiche.

Ultimamente si nota la presenza di pastiglie ventilate sulle MTB. Abbassano la temperatura al livello del disco del freno per ottimizzare l’efficienza del freno.

Secondo l’utilizzo che si fa della bici sarà quindi importante considerare la taglia dei dischi e la quantità dei pistoni.

VARI MODELLI DI DISCHI E DI STAFFE

Due standard di dischi

Prima di acquistare un freno a disco bisogna verificare la compatibilità col mozzo. Questo deve essere compatibile con il montaggio di un disco.

Secondo le tecnologie si nota dalla Shimano dei dischi “centerlock” o dei dischi che si avvitano tramite 6 fori come per altri marchi.

Le staffe

La forcella o il telaio devono essere compatibili con il montaggio di staffe per freni. Esistono due standard di montaggio: IS e PM.

Per lo standard IS le viti che collegano la staffa alla bici sono perpendicolari alla staffa mentre per i standard PM le viti sono paralleli alla staffa. Saranno utilizzati molti adattatori per allargare la compatibilità dei supporti con le staffe dei freni. Si può così passare dallo standard telaio/forcella IS ad uno standard di staffa PM.

Ogni supporto forcella o telaio è previsto per una taglia definita del disco, se questa taglia non è identica bisogna effettuare la compatibilità con un adattatore.

Ecco l’immagine per sapere qual’è il modello del vostro standard e quale adattatore acquistare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.