Granfondo Alassio, due percorsi dalla bellezza incredibile

Granfondo Alassio, due percorsi dalla bellezza incredibile – rinviata al 18 ottobre

Dal famoso Muretto al Santuario di Madonna della Guardia si pedalerà attraverso territori incantevoli

In ottemperanza con le indicazioni emanate dal Governo che vieta tutte le manifestazioni sportive fino al 3 aprile, l’Evento “Granfondo Internazionale Alassio”, previsto per domenica 15 marzo, viene sospeso e spostato a domenica 18 ottobre, chiudendo in tal modo la stagione al mare in una bella giornata di sole e di sport, così come è stata aperta con la Granfondo Laigueglia Lapierre. 

GS Alpi, pur con amarezza, non può che allinearsi alle disposizioni sanitarie nel particolare momento di incertezza.

 

La Granfondo di Alassio è ormai conosciuta a tutto il mondo del ciclismo per via della bellezza dei territori attraversati. La presenza del mare e la possibilità di pedalare in salita è già di per sé un doppio vantaggio incredibile per chi ama pedalare, in quanto, il (15 marzo 2020) 18 ottobre 2020, potrà beneficiare dell’aria mite e della possibilità di affrontare ascese vere, che metteranno a dura prova fin da subito i partecipanti.

La partenza della settima edizione della Granfondo di Alassio è prevista davanti al famoso Muretto di Alassio, monumento famoso in tutto il mondo in quanto nel corso del tempo sono state apposte delle piastrelle in ceramica, variamente decorate, recanti le firme di personaggi celebri che venivano in vacanza in questa zona della Liguria.

I partecipanti avranno a disposizione due percorsi, e sarà davvero difficile decidere quale dei due intraprendere, in quanto entrambi presentano delle bellezze paesaggistiche incredibili. Il tracciato corto misura 68 km per 1590 metri di dislivello, mentre il lungo è di 109 km con un dislivello di 2400 metri. Contrariamente a quanto comunicato in precedenza, la gara attraverserà anche Imperia, snodo cruciale per entrare nell’entroterra ligure.

Entrambi i tracciati vedranno la propria conclusione in cima alla salita di Madonna della Guardia, dove è presente il famoso Santuario. Le pendenze di questa ascesa sono veramente difficili, anche perché prima della salita finale c’è da affrontare il Testico, salita famosa per tutti coloro che amano pedalare in Liguria.

Chi vuole affrontare la Granfondo Alassio troverà quindi poca pianura, ma tanto divertimento sulle salite e sulle discese a picco sul mare.

Per info e iscrizioni: https://www.granfondoalassio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.